Home Page Presentazione Proprietà Contatti

Chiesa della "Madonna di Loreto"

La chiesa, della "Madonna di Loreto" non più utilizzata per le funzioni religiose,  è stata costruita nel XV secolo dalla "Corporazione della Lana" di Sarnano, costituita da artigiani dediti alla tessitura e coloritura di tessuti, sul vecchio tracciato della strada Picena,  Macerata-Ascoli Piceno.

Nel 1619 la chiesa fu in parte ricostruita e ristrutturata così come oggi ci appare, per devozione alla Madonna di Loreto, in relazione al passaggio dei pellegrini che dal sud andavano verso il Santuario della Madonna di Loreto, a nord  e verso Assisi in Umbria.

La chiesa  non ha una facciata tradizionale ma soltanto una finestra, gli ingressi sono situati su i due lati lunghi della navata perché la funzione doveva essere quella di ingresso diretto dalla strada per i pellegrini diretti a Loreto e provenienti da sud quindi attraversamento della navata sosta per la preghiera e uscita sulla porta al lato opposto dove continuare il pellegrinaggio verso Loreto. La chiesa quindi veniva attraversata  all’interno, rendere omaggio alla Madonna posta in una casetta di legno sull’Altare e poi uscire e continuare il percorso. Nei giorni di festa o in ricorrenze particolari si celebravano le funzioni, ma la chiesa rimaneva aperta sempre.

L'edificio è costituito da una navata unica a pianta rettangolare di circa m.17,30 x 7,50 ed alta circa m 8.00, orientata con l'asse principale nord-est sud-ovest; l'ingresso è posto a sud-ovest mentre sul lato opposto è situata la Sacrestia con copertura in volte pesanti a crociera probabilmente del secolo XVI.

Sul lato adiacente al torrente  è posta la casa abitazione del Sacerdote sviluppata su due piani, per un totale di mq 118 circa.
La navata della Chiesa è coperta con una volta a botte realizzata in camera a canne e gesso ancorata alle capriate in legno costituenti la struttura portante della copertura. La parte alta delle pareti e tutta la volta sono decorate con pitture relative alla Madonna di Loreto, pitture risalenti al XVII secolo di pregevole fattura specialmente nell'uso della prospettiva. Al centro della volta è raffigurata la traslazione della Santa casa da Nazaret a Loreto con la Madonna ed angeli, nelle pareti perimetrali vi sono scorci dei loggiati di Loreto posti davanti alla Santa Casa.

Le pitture coprono una superficie di circa mq 175.

Di rilievo è la parete che contiene l'altare sulla quale è dipinta una struttura architettonica a baldacchino con sei colonne in marmo rosso Verona, con uno splendido effetto prospettico tale da rendere in rilievo perfetto l'elemento architettonico.

L'intero edificio è realizzato con muratura in mattoni di cotto rosso esternamente lasciati a faccia vista, solaio di copertura e solai di piano in legno a doppia orditura con pianellato in cotto. Manto di copertura in coppi di cotto. Pavimento della chiesa e sacrestia in cotto originale sec.XVII.

Arch.  Giuseppe Gentili

 

DSC_0055.jpg
DSC_0060.jpg
DSC_0079.jpg
DSC_0097.jpg
DSC_0110.jpg
DSC_0120.jpg
DSC_0125.jpg
DSC_0152.jpg
DSC_0157.jpg
interno-altare.jpg
particolare-parete-altare.jpg
volta-decorata-.jpg

 

Planimetrie (PDF)

 

The church of the “Madonna di Loreto” was  constructed in the XV century by the “wool guild” constituted by craftsman of the textile, weaving texture and colouring cloth mill.
In 1619 the church was in part reconstructed and restored as it now appears, for the devotion of the Madonna, in relationship to the promenade from the south that where going on a pilgrimage to the sanctuary of the “Madonna di Loreto”, situated north and in the direction of Assisi in Umbria.
The building is constituted of a single central nave in a rectangular form of approx. 17.30 m x 7.30 metres and approx. 8.00 metres in height, orientated with its principal axis north – east,  south – west; the entrance is exposed south – west while on the opposite side is situated the sanctuary constructed in a heavy vaulted ceiling in spider - formation probably built in the XVI century.
On the side adjacent to the stream is positioned the priests residence home developed on a two – floor layout.
The church nave is covered with a barrel – shaped vault constructed of a cane and gypsum chamber supported to the wood truss – beam roof being the main constituted part of the supporting roof structure. The higher part of the walls and the vaulted ceilings are decorated of relative paintings of the Madonna di Loreto,  paintings that dates back to the XVII century and of valuable exquisite workmanship of its perspective.
In the centre of the vault is a configuration of the holy home of Nazareth of Loreto with the Madonna and the Angels, a glimpse partial view of the arcade open gallery is positioned in front of the “holy home”.
The paintings cover an area of approx. 175 sq.m. of  remarkable importance to emphasize the partitioning wall of which contains the altar painted an architectural structure in a canopy form with six red Verona marble pillars, giving a splendid perspective of the perfect elements of a remarkable architectural effect.
The entire building is constructed of masonry brick – work in red cotto externally left as it appears.